Cos’è per te il buon cibo?

I più rispondono a questa domanda con definizioni che portano solo ed esclusivamente al piacere del gusto.

Ma se poni lo stesso quesito ad un atleta, questo ti risponderà che il cibo è fonte di energia, uno chef la butterà sui sentimenti e le emozioni, mentre un bambino penserà che il cibo fa diventare grandi e forti.

Se la tua risposta corrisponde solo al piacere, questo implica generalmente che sarai più incline all’eccesso nel consumo e nella cattiva qualità del cibo.

II buon ciboSembra che una delle cause per cui molti falliscono la dieta sia proprio legata al momento in cui questi si impongono di cambiare il motivo per cui mangiano in eccesso e male, cioè il piacere, dando al cibo il nuovo e più corretto significato di nutrimento.

In altre parole, chi affronta da tempo il problema del peso fatica a non riversare la propria soddisfazione sul cibo, causando paradossalmente ulteriore frustrazione per avere ceduto alla tentazione.

Si instaura così un circolo vizioso dal quale ti convinci di non essere più in grado di uscire.

Il risultato è quello di mangiare senza avere fame.

Spesso mangi per combattere sentimenti come la rabbia, la tristezza o la delusione che il fugace piacere di gustare un dolce di troppo non serve certo a risolvere.

Quindi si tratterebbe di trasformare il piacere esclusivamente legato al sapore e alla consistenza di determinati alimenti, nel piacere legato alla consapevolezza di nutrirsi con cibi più sani e adeguati al tuo organismo, portatori di salute ed energia.

Mangiare più correttamente, intimamente gratificato dalla promessa di una migliore qualità della tua vita unita ad un maggiore apprezzamento del tuo corpo, piuttosto che vivere con il costante senso di frustrazione dovuto alla consapevolezza di non stare facendo nulla di buono per migliorarti, potrebbe essere uno degli strumenti di cui avvalerti.

 

(Concetti estratti e riassunti dal libro “Fuori peso per caso” della dott.ssa Libby Weaver)

Per maggiori Informazioni

Vai alla pagina Facebook

II buon cibo