Se riconosci in te questi segnali, è probabile che tu sia dipendente dagli zuccheri:

  • la mattina fai colazione con i biscotti, a metà mattina caffè con brioche e dopo pranzo dolcetto
  • senza zucchero ti senti male, sei fiacco, di malumore e aggressivo
  • senza zucchero sei deconcentrato e pensi spesso a qualcosa di dolce
  • compensi la mancanza di zucchero con una forte dipendenza da fumo, alcol o caffè
  • per qualche giorno riesci a rinunciare allo zucchero, ma poi cedi e ne consumi una quantità eccessiva.

A ben leggere, direi che siamo in tanti a rientrare in questa categoria di persone!

dipendenza da zuccheriSe riesci a seguire un cambio radicale di alimentazione eliminando drasticamente lo zucchero, avvertirai una serie di sintomi da astinenza come gli attacchi di fame, irritazione e aggressività, cattivo umore.

Per liberarti dalla dipendenza inizia a riflettere su quanto sia dannoso per te lo zucchero e su quanto sei stanco di esserne dipendente.

Per contro, pensa a cosa comporterebbe per te liberarti dallo zucchero: sarai più magro, più sano e avrai più energia!

Questo è l’esercizio mentale con cui puoi modificare il tuo atteggiamento interiore e arrivare a pensare con ripugnanza allo zucchero.

Ricorda, il limite consigliato da non superare è 25 g al giorno, l’equivalente di sei cucchiaini di zucchero.

Praticamente è come il limite dei 50 chilometri orari su una superstrada, lo superi anche se ti leghi il piede destro al freno!

Si, limite molto facile da superare perché lo zucchero non si trova solo nei classici dolci, ma anche nei prodotti industriali finiti come, per esempio, i cereali da colazione (tranne i fiocchi d’avena), la frutta secca, il pane con farina bianca raffinata, yogurt, panna cotta, ketchup, prodotti da forno, insalata russa, wurstel e tanti altri.

Detto questo, la cura per la dipendenza da zuccheri:

  • bevi molta acqua liscia, riduce il tuo appetito per il dolce (fattibile, specie d’estate)
  • mangia snack sani, non saranno dolci come i soliti ma ti abituerai (anche questo abbastanza facile)
  • se fai fatica, allora usa sciroppo d’acero al posto dello zucchero (beh, da provare, no?)
  • no caffè e alcol perché sballano i tuoi livelli glicemici (facile? Ni!!)
  • quando hai un attacco di fame tieni duro per mezz’ora perché in questo lasso di tempo l’ipoglicemia termina e la glicemia torna ai valori normali, cessando così anche il senso di fame (dai, questo lo fai ballando!!)
  • altrimenti, metti in bocca una gomma alla menta, il cui sapore acuto frena la voglia di dolce (ok)
  • l’eccesso di zucchero danneggia la flora batterica del tuo intestino, quindi rigenerala (ok).

Per ultimo, anziché usare il dolce per migliorare il tuo stato d’animo, fai sport e stai con le persone giuste, quelle che ti rendono felice (eeehhh….qua è tutto un programma!).

dipendenza da zuccheri

Fonte: “Zucchero? No, grazie!” di Barbara Costanza

Per maggiori unformazioni

Vai alla pagina Facebook