Origano tagliato.

Pare che nel settore della produzione alimentare, quando si parla di concorrenza, una delle passioni maggiormente in voga sia fare a gara a chi è più furbo.

Cosa vuol dire essere più furbi?

Significa creare la condizione per riuscire a vendere a prezzi più stracciati degli altri.

Origano tagliatoPer cui, quando un concorrente ruba clienti, per esempio, ad una multinazionale delle spezie riguardo al mercato dell’origano, si mette in moto una reazione tale per cui inizia la gara a chi è più furbo.

Ecco che allora l’incaricato alle spezie dell’azienda viene subito inviato, chessò, in Turchia (produttore di origano su vasta scala) per capire dai tecnici della propria azienda fornitrice per quale motivo il concorrente di turno riesce a vendere a prezzi più bassi.

Finalmente, senza troppo sforzo di meningi e con naturalezza, il tecnico dà la risposta.

Il concorrente ha tagliato l’origano con il “sommacco”.

Il sommacco è una pianta locale che, a differenza dell’origano puro, non ha oli essenziali.

Quindi non ha odore ne sapore, è un’erba qualsiasi non pericolosa, ma neanche profumata.

L’origano puro costa 5 euro al chilo, il sommacco 2 euro.

L’azienda importatrice può ordinare origano tagliato all’80%, al 60%, al 40% o al 20% a seconda del rapporto qualità prezzo che vuole ottenere.

Ovviamente, al variare della percentuale varia la quantità di sapore e profumazione, fino a non avere quasi più gusto e varia anche il prezzo.

L’azione successiva consiste nel far misurare l’esatta percentuale di miscelazione di un campione di origano del concorrente in questione.

Dopodichè, immettere sul mercato delle confezioni di origano tagliate con una percentuale di prodotto più bassa e, quindi, più economiche.

Ovviamente, a discapito del gusto.

Salvo poi scoprire che il concorrente è successivamente riuscito a stracciare ulteriormente il prezzo perchè vende origano  che contiene esclusivamente sommacco tagliato con…..foglie giovani di ulivo (1 euro al chilo)!!

È proprio vero che meno paghi e meno hai.

 

Fonte: “Siete pazzi a mangiarlo” di Christophe Brusset.

Per maggiori informazioni

Vai alla pagina Facebook

 

origano tagliato